Edison, Qualità dell’aria rientrante nei valori di legge. Redatta la nuova relazione dell’Arpacal

Centrale Edison di Simeri Crichi

«I dati monitorati riguardo la qualità dell’aria della rete EDISON SpA di Simeri Crichi (CZ) nel corso dell’anno 2019 rientrano nei limiti di legge. I superamenti riportati nello specifico rientrano nei valori limite e valori obiettivo fissati dal D.Lgs 155/2010». È quanto si apprende dalla relazione condotta dall’Arpacal sul monitoraggio della qualità dell’aria, i cui dati, inerenti all’anno 2019, sono stati rilevati nel nostro Comune presso le stazioni “Pietropaolo” e “Apostolello”. Tra gli elementi inquinanti individuati non si registrano da entrambe le stazioni superamenti del valore limite di biossido di azoto, monossido di carbonio e PM 2,5.

Il superamento del valore limite normativo (50 µg/m3 di media giornaliera) ha interessato il PM 10 (particolato atmosferico), ma in un numero di casi inferiori rispetto a quello consentito dalla legge in un anno (12 casi rilevati dalla stazione “Pietropaolo” sui 35 annuali consentiti, e 14 rilevati dalla stazione “Apostolello” sui 35 annuali consentiti). Si rammenta che il valore limite è il livello fissato in base alle conoscenze scientifiche al fine di evitare, prevenire o ridurre gli effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, che deve essere raggiunto entro un termine prestabilito e che non deve essere successivamente superato.

Si è verificato il superamento del valore obiettivo per quanto riguarda le quantità di Ozono (120 µg/m3 di media mobile sulle 8 ore), tuttavia senza alcun superamento della soglia di informazione (laddove il rischio per la salute è rivolto ai soli gruppi particolarmente sensibili della popolazione) e della soglia di allarme, in cui invece tutta la popolazione è esposta ai rischi derivanti da esposizione. Infatti non è stato oltrepassato il limite di massima da non superare, pari a 25 volte per anno civile come media su 3 anni (20 superamenti rilevati dalla stazione “Pietropaolo” e 18 rilevati dalla stazione “Apostolello”). Viene indicato come valore obiettivo il livello fissato al fine di evitare, prevenire o ridurre effetti nocivi per la salute umana o per l’ambiente nel suo complesso, da conseguire entro una data prestabilita.

LA RELAZIONE DELL’ARPACAL

CLICCA QUI per leggere la relazione completa.

Pubblicato da Francesco Antonio Pollinzi

Francesco Antonio Pollinzi nasce a Catanzaro il 20 aprile 1998 ed è attualmente residente a Simeri Crichi. Frequenta le scuole elementari e medie presso l'Istituto Comprensivo Statale "B.Citriniti" di Simeri Crichi e acquisisce il diploma di maturità presso il Liceo Classico "P. Galluppi" di Catanzaro. È attualmente iscritto presso la Facoltà di Giurisprudenza dell'Università degli Studi "Magna Graecia" di Catanzaro. Dal 2012 inizia a scrivere per la Gazzetta dei Ragazzi, dopo alcune pubblicazioni da esterno. È tra i membri più anziani della Gazzetta, e perciò molto presente nei vari consigli direttivi che si sono succeduti: ricopre la carica di redattore per l'anno 2013 e a seguire, nel 2014, quella di caporedattore fino al febbraio 2016. Per il resto dell'anno 2016 è chiamato alla carica di redattore, per poi ricoprire dal novembre 2017 nuovamente la carica di caporedattore. Dal 2020 assume l'ulteriore carica di segretario di redazione. Tra i suoi hobby ci sono principalmente la musica, che coltiva suonando dal 2012 nella banda musicale di Simeri Crichi di cui è segretario, e il calcio, gran tifoso della Juventus e della Life Simeri Crichi, di cui dal 2019 è dirigente e telecronista. É specializzato nel trattare materie relative a cronaca, politica e sport (in particolare l'automobilismo). Da tradizione è colui che realizza l'articolo di fine anno sul bilancio degli eventi e dei fatti nazionali e mondiali e nello specifico quelli rigaurdanti il comune di Simeri Crichi