Coronavirus, Secondo giorno con trend in calo. Aperta a Germaneto la nuova terapia intensiva

Il nuovo reparto Covid-19 a Germaneto

Inizia un’altra settimana, con la speranza che sia sempre meglio di quelle appena trascorse soprattutto per quanto riguarda i decessi, che purtroppo hanno raggiunto numeri davvero elevati. Come al solito, la Protezione Civile, ha diramato il bollettino inerente le ultime 24 ore, ecco i dati:

+ 3.780 CONTAGIATI 
+ 408 GUARITI 
+ 602 DECEDUTI

Resta alto il numero dei deceduti ma con un calo rispetto a ieri di 49 vittime. Registrato un ulteriore calo anche nei contagi: 177 in meno di ieri e possiamo notare come, per la prima volta dall’inizio dell’epidemia, in Italia si registrano due giorni con la curva dei contagiati in calo.

Ecco i dati totali

  • 50.418 gli attualmente positivi, di cui:
    • 26.522 in isolamento domiciliare;
    • 20.692 in ricovero ospedaliero;
    • 3.204 in rianimazione;
  • 6.077 i deceduti;
  • 7.432 i guariti;
  • 63.927 in totale i contagiati.

Durante la conferenza stampa della Protezione Civile di oggi, ha preso la parola il direttore dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), Silvio Brusaferro, confermando come la settimana entrante sia importante per valutare l’andamento delle nostre curve. Attenzione particolare quella che le istituzioni stanno ora rivolgendo al Sud. «La scommessa – ha affermato il direttore dell’ISS – è fare in modo che le curve che si sono verificate al nord non si riproducano in altre regioni». Brusaferro non si sbilancia poi nel confermare o meno che il trend stia scendendo, «bisognerà ancora attendere – ha ribadito – più dati avremo a disposizione più facile sarà dare risposte concrete – aggiungendo come – i dati che vediamo oggi sono figli di provvedimenti più vecchi e non di quelli recenti». Il capo della Protezione Civile, Borrelli, ha poi annunciato l’intenzione della Germania di accogliere 8 pazienti italiani, due dei quali sono già partiti. Un’ulteriore notizia straordinaria ci consente di affermare con orgoglio il nostro essere italiani: la cifra raccolta tramite la compagnia promossa dal Dipartimento della Protezione Civile, è oggi arrivata a toccare i 25 milioni di euro, tutto denaro che sarà devoluto alle strutture ospedaliere per l’acquisto di DPI, respiratori e ventilatori polmonari.

IN CALABRIA

In Calabria ad oggi, le persone risultate positive al Coronavirus sono 292, con un incremento di 19 pazienti rispetto a ieri (numero in calo rispetto alle trascorse settimane). Territorialmente i casi positivi sono così distribuiti:

  • Catanzaro: 11 in reparto; 11 in rianimazione; 38 in isolamento domiciliare
  • Cosenza: 30 in reparto; 4 in rianimazione; 29 in isolamento domiciliare; 3 deceduti
  • Reggio Calabria: 21 in reparto; 4 in rianimazione; 60 in isolamento domiciliare; 5 guariti; 3 deceduti
  • Vibo Valentia: 2 in reparto; 15 in isolamento domiciliare
  • Crotone: 18 in reparto; 36 in isolamento domiciliare; 1 deceduto

Per un totale di:

  • 19 in terapia intensiva
  • 82 ricoverati in reparto
  • 178 in isolamento domiciliare
  • 5 guariti
  • 7 deceduti
  • 292 il totale dei contagiati

I soggetti in quarantena volontaria sono 6.884, così distribuiti:

  • Reggio Calabria: 3.509
  • Cosenza: 1.334
  • Vibo Valentia: 750
  • Catanzaro: 668
  • Crotone: 623

Le persone giunte in Calabria che si sono registrate al sito della Regione Calabria sono 11.191. Nel conteggio sono compresi anche i due pazienti di Bergamo trasferiti a Catanzaro.

Anche oggi, come nei giorni precedenti, in Calabria si è verificato un calo di quasi 20 pazienti in meno rispetto a ieri, confermando una curva che fortunatamente non è mai andata a crescere vertiginosamente. Ovviamente, così come è stato fortemente ribadito dagli esperti, non ci si può cullare su questi dati ma vi è la necessità di tenere sempre alta l’attenzione, cercando di uscire il meno possibile da casa.

Importate notizia odierna è quella relativa all’apertura del nuovo reparto isolato di rianimazione presso il policlinico “Mater Domini” del quartiere Germaneto del capoluogo. Il reparto andrà esclusivamente ad accogliere pazienti affetti da Covid-19 ed il primo paziente è già stato trasportato questo pomeriggio direttamente dalla rianimazione all’ospedale Pugliese di Catanzaro.

Si aggiunge quest’oggi all’elenco dei comuni “chiusi”, quello di Serra San Bruno: la governatrice Jole Santelli ha disposto l’ordinanza a seguito del elevato numero di casi registrati.

Pubblicato da Salvatore Ferrarello

Salvatore Ferrarello nasce a Catanzaro il 2 giugno del 2000 ed è attualmente residente a Simeri Crichi. Ha frequentato le scuole elementari e medie presso l'Istituto Comprensivo Statale "B.Citriniti" di Simeri Crichi. Ha conseguito il diploma di maturità presso l'ITAS "Vittorio Emanuele II" di Catanzaro. Tra le più grandi passioni predomina quello dello sport ed in particolare nel settore calcistico. Ha giocato nell'A.S.D Simeri Crichi dall'etá di 7 anni fino al 2012; dal 2012 al 2016 passa alla scuola calcio Kennedy di Catanzaro; dall'anno 2017 al 2019 gioca nel ruolo di difensore nella squadra di Terza Categoria "Life Simeri Crichi". Attualmente è invece un giocatore della squadra di Terza Categoria "Martelletto-Settingiano". Collabora con la Gazzetta dei Ragazzi dal 2016. Tra il 2017 e il 2019 ha ricoperto la carica di redattore sportivo, occupandosi di ogni evento e manifestazione in questo ambito. Mantenendo la passione per l'ambito sportivo, scrive genericamente articoli di cronaca. Dal marzo del 2020 è componente del gruppo redazionale atto a seguire gli sviluppi e gli aggiornamenti in merito all'emergenza Covid-19, curando le notizie regionali e nazionali pubblicate quotidianamente.